Pro Loco Mezzojuso
realizzato e curato da: Vincenzo Di Grigoli

Musei

Mostra permanente dei Carnevali storici della Sicilia

Una  

tappa  

fondamentale  

per  

chi  

viene  

a  

Mezzojuso  

è  

sicuramente  

la  

visita  

della  

mostra  

permanente

sui  

Carnevali  

Storici  

di  

Sicilia.  

Si  

tratta  

di  

un  

percorso  

museale  

che  

racconta,  

attraverso  

dei  

pannelli

tematici  

e  

delle  

singolari  

creazioni  

artistiche,  

la  

storia  

delle  

più  

belle  

e  

antiche  

feste  

popolari,  

nonché

manifestazioni  

folkloristiche,  

che  

si  

svolgono  

ancora  

oggi,  

in  

occasione  

del  

carnevale,  

in  

alcuni  

comuni

della  

nostra  

isola.  

Lo  

scopo  

del  

progetto  

è  

quello  

di  

far  

conoscere  

e  

tutelare  

queste  

rappresentazioni

carnascialesche  

che  

da  

secoli  

si  

sono  

contraddistinte  

per  

la  

loro  

storia  

e  

la  

loro  

antica  

tradizione  

e  

che

ancora  

oggi  

si  

mantengono  

in  

vita  

grazie  

anche  

a  

questo  

tipo  

di  

iniziative.  

Il  

percorso  

museale  

è

suddiviso  

in  

quattro  

sezioni:  

nella  

prima,  

quella  

dedicata  

al  

carnevale  

nella  

provincia  

di  

Palermo,  

si

trovano  

notizie  

su  

U  

Nannu  

e  

a  

Nanna  

di  

Termini  

Imerese,  

i  

Riavulicchi  

di  

Corleone,  

i  

Domino  

di

Bisacquino  

e  

per  

finire  

Il  

ballo  

dei  

Pastori  

o  

Contradanza  

Mascherata  

che  

si  

svolge  

a  

Balestrate  

il

giorno  

del  

martedì  

grasso.  

Da  

Palermo  

ci  

si  

sposta  

in  

provincia  

di  

Agrigento  

con  

il  

famoso  

carnevale  

di

Sciacca  

rappresentato  

dalla  

maschera  

simbolo  

di  

Peppe  

Nappa  

che  

ogni  

anno  

apre  

la  

sfilata  

dei  

carri

allegorici  

e  

dei  

gruppi  

mascherati.  

La  

provincia  

di  

Trapani  

è  

rappresentata  

dagli  

Scalettari  

di  

Salemi

detti  

anche  

giardinieri.  

L’itinerario  

si  

conclude  

con  

la  

provincia  

di  

Messina  

con  

il  

Gioco  

del  

Maiorchino

di  

Novara  

di  

Sicilia;  

i  

misi  

‘i  

ll’annu  

di  

Rodi  

Milici;  

la  

sfilata  

dell’Orso  

e  

la  

Corte  

principesca  

di  

Saponara;  

 

per finire,  U Scaccini di Cattafi  di S. Filippo del Mela. 

Museo del Mastro di Campo

Il     

tour     

all’insegna     

del     

carnevale

siciliano    

si    

conclude    

con    

la    

visita

guidata     

della     

mostra     

permanete

dedicata  

al  

Mastro  

di  

Campo,  

ovvero

la   

festa   

popolare   

che   

si   

svolge   

ogni

anno  

da  

oltre  

due  

secoli  

a  

Mezzojuso

l’ultima    

domenica    

di    

carnevale.    

La

mostra  

occupa  

le  

sale  

espositive  

del

castello  

comunale  

dove  

sono  

custoditi

alcuni  

dei  

costumi  

più  

rappresentativi

della   

pantomima   

e   

inoltre   

una   

ricca

raccolta    

fotografica    

e    

bibliografica

dedicata  

alla  

festa  

oltre  

alla  

possibilità

per   

il   

visitatore   

di   

assistere   

ad   

una

video            

proiezione            

dell’intera

manifestazione.

Museo dei Pupi siciliani

Fondata  

nel  

2013  

l’Associazione  

“l’Isola

dei  

Pupi”  

si  

è  

costantemente  

ispirata  

  

 

ai  

principi  

della  

moderna  

museografia

e   

all’attività   

teatrale,   

diventando   

così

uno   

dei   

migliori   

esempi   

di   

ricerca

museografica  

sul  

teatro  

dell’opera  

dei

pupi.

Il  

museo  

espone  

una  

ricca  

collezione

di       

pupi       

siciliani       

della       

scuola

palermitana    

e    

catanese,    

burattini,

marionette   

di   

vari   

paesi   

del   

mondo,

carrettini  

siciliani,  

armature,  

cartelloni

d’epoca  

e  

una  

vasta  

collezione  

di  

testi

autentici   

tra   

cui   

l’opera   

completa   

di

Giusto  

Lo  

Dico  

(manuale  

a  

cui  

tutti  

gli  

opranti  

si  

sono  

ispirati).  

Una  

sala  

è  

dedicata  

ad  

una  

raccolta  

di

antichi  

e  

rari  

pupi  

del  

trapanese,  

del  

catanese  

e  

del  

palermitano.  

Da  

segnalare,  

in  

un’altra  

sala,  

un

autentico  

e  

antico  

teatro  

con  

panche,  

quinte  

e  

boccascena  

dove  

è  

possibile  

assistere  

al  

classico  

teatro

dell’opera dei pupi.

Tra  

le  

varie  

iniziative  

promosse,  

particolare  

attenzione  

viene  

data,  

da  

un  

lato  

all’attività  

teatrale  

volta

sia  

alla  

produzione  

di  

spettacoli  

innovativi  

che  

alla  

promozione  

dello  

spettacolo  

tradizionale  

dell’opera

dei  

pupi  

e  

dall’altro  

alla  

didattica:  

visite  

guidate  

con  

proiezioni  

video,  

seminari  

teorico-pratici  

sulle  

varie

tradizioni  

del  

teatro  

di  

animazione.  

Dimostrazioni  

di  

tecniche  

di  

manovra  

vengono  

organizzate  

sia  

per

le scolaresche che per gli insegnanti e gli operatori scolastici.

Pro Loco Mezzojuso
realizzato e curato da: Vincenzo Di Grigoli

Musei

Mostra permanente dei Carnevali storici della Sicilia

Una    

tappa    

fondamentale    

per    

chi    

viene    

a    

Mezzojuso    

è

sicuramente  

la  

visita  

della  

mostra  

permanente  

sui  

Carnevali

Storici  

di  

Sicilia.  

Si  

tratta  

di  

un  

percorso  

museale  

che  

racconta,

attraverso   

dei   

pannelli   

tematici   

e   

delle   

singolari   

creazioni

artistiche,   

la   

storia   

delle   

più   

belle   

e   

antiche   

feste   

popolari,

nonché  

manifestazioni  

folkloristiche,  

che  

si  

svolgono  

ancora

oggi,  

in  

occasione  

del  

carnevale,  

in  

alcuni  

comuni  

della  

nostra

isola.   

Lo   

scopo   

del   

progetto   

è   

quello   

di   

far   

conoscere   

e

tutelare  

queste  

rappresentazioni  

carnascialesche  

che  

da  

secoli

si   

sono   

contraddistinte   

per   

la   

loro   

storia   

e   

la   

loro   

antica

tradizione   

e   

che   

ancora   

oggi   

si   

mantengono   

in   

vita   

grazie

anche   

a   

questo   

tipo   

di   

iniziative.   

Il   

percorso   

museale   

è

suddiviso  

in  

quattro  

sezioni:  

nella  

prima,  

quella  

dedicata  

al

carnevale  

nella  

provincia  

di  

Palermo,  

si  

trovano  

notizie  

su  

U

Nannu  

e  

a  

Nanna  

di  

Termini  

Imerese,  

i  

Riavulicchi  

di  

Corleone,

i   

Domino   

di   

Bisacquino   

e   

per   

finire   

Il   

ballo   

dei   

Pastori   

o

Contradanza  

Mascherata  

che  

si  

svolge  

a  

Balestrate  

il  

giorno

del  

martedì  

grasso.  

Da  

Palermo  

ci  

si  

sposta  

in  

provincia  

di

Agrigento  

con  

il  

famoso  

carnevale  

di  

Sciacca  

rappresentato

dalla  

maschera  

simbolo  

di  

Peppe  

Nappa  

che  

ogni  

anno  

apre  

la

sfilata  

dei  

carri  

allegorici  

e  

dei  

gruppi  

mascherati.  

La  

provincia

di   

Trapani   

è   

rappresentata   

dagli   

Scalettari   

di   

Salemi   

detti

anche  

giardinieri.  

L’itinerario  

si  

conclude  

con  

la  

provincia  

di

Messina  

con  

il  

Gioco  

del  

Maiorchino  

di  

Novara  

di  

Sicilia;  

i  

misi  

‘i

ll’annu  

di  

Rodi  

Milici;  

la  

sfilata  

dell’Orso  

e  

la  

Corte  

principesca

di  

Saponara;  

  

per  

finire,  

  

U  

Scaccini  

di  

Cattafi  

  

di  

S.  

Filippo  

del

Mela. 

Museo del Mastro di Campo

Il   

tour   

all’insegna   

del   

carnevale   

siciliano   

si   

conclude   

con   

la

visita  

guidata  

della  

mostra  

permanete  

dedicata  

al  

Mastro  

di

Campo,  

ovvero  

la  

festa  

popolare  

che  

si  

svolge  

ogni  

anno  

da

oltre  

due  

secoli  

a  

Mezzojuso  

l’ultima  

domenica  

di  

carnevale.  

La

mostra  

occupa  

le  

sale  

espositive  

del  

castello  

comunale  

dove

sono   

custoditi   

alcuni   

dei   

costumi   

più   

rappresentativi   

della

pantomima    

e    

inoltre    

una    

ricca    

raccolta    

fotografica    

e

bibliografica   

dedicata   

alla   

festa   

oltre   

alla   

possibilità   

per   

il

visitatore   

di   

assistere   

ad   

una   

video   

proiezione   

dell’intera

manifestazione.

Museo dei Pupi siciliani

Fondata    

nel    

2013    

l’Associazione    

“l’Isola    

dei    

Pupi”    

si    

è

costantemente     

ispirata     

     

     

ai     

principi     

della     

moderna

museografia   

e   

all’attività   

teatrale,   

diventando   

così   

uno   

dei

migliori  

esempi  

di  

ricerca  

museografica  

sul  

teatro  

dell’opera

dei pupi.

Il   

museo   

espone   

una   

ricca   

collezione   

di   

pupi   

siciliani   

della

scuola  

palermitana  

e  

catanese,  

burattini,  

marionette  

di  

vari

paesi    

del    

mondo,    

carrettini    

siciliani,    

armature,    

cartelloni

d’epoca  

e  

una  

vasta  

collezione  

di  

testi  

autentici  

tra  

cui  

l’opera

completa  

di  

Giusto  

Lo  

Dico  

(manuale  

a  

cui  

tutti  

gli  

opranti  

si

sono  

ispirati).  

Una  

sala  

è  

dedicata  

ad  

una  

raccolta  

di  

antichi  

e

rari  

pupi  

del  

trapanese,  

del  

catanese  

e  

del  

palermitano.  

Da

segnalare,  

in  

un’altra  

sala,  

un  

autentico  

e  

antico  

teatro  

con

panche,   

quinte   

e   

boccascena   

dove   

è   

possibile   

assistere   

al

classico teatro dell’opera dei pupi.

Tra  

le  

varie  

iniziative  

promosse,  

particolare  

attenzione  

viene

data,  

da  

un  

lato  

all’attività  

teatrale  

volta  

sia  

alla  

produzione  

di

spettacoli   

innovativi   

che   

alla   

promozione   

dello   

spettacolo

tradizionale  

dell’opera  

dei  

pupi  

e  

dall’altro  

alla  

didattica:  

visite

guidate   

con   

proiezioni   

video,   

seminari   

teorico-pratici   

sulle

varie   

tradizioni   

del   

teatro   

di   

animazione.   

Dimostrazioni   

di

tecniche    

di    

manovra    

vengono    

organizzate    

sia    

per    

le

scolaresche che per gli insegnanti e gli operatori scolastici.